Wednesday, 25 July 2018 13:29

Manutenzione delle piscine d'acqua salata

Rate this item
(0 votes)

Molte persone sono attratte dall'idea di avere una piscina di acqua salata nel loro giardino perché è associata a bassa manutenzione e bassi costi, pur avendo una serie di vantaggi che le piscine d'acqua dolce non hanno. Tuttavia, le piscine di acqua salata hanno bisogno di un po' di manutenzione. In questo articolo vediamo come prenderci cura di una piscina di acqua salata.

 

Controllare il PH ogni settimana

Il primo passo per il mantenimento della piscina è controllare settimanalmente il livello di pH, esattamente come si farebbe con una piscina al cloro. Utilizzare strisce reattive o un kit per test di caduta per garantire che il livello di cloro libero sia compreso tra 1 e 3 ppm. Se ciò dimostra che è necessario regolarlo, farlo utilizzando il controllo di uscita sulla centralina o sulla cella di controllo. Il livello del pH deve rimanere sempre compreso tra 7,2 e 7,6. In caso di necessità, abbassarlo con acido muriatico o aumentarne il livello con bicarbonato di sodio.

Testare i livelli di sale mensilmente

Mensilmente, è necessario testare la piscina per vari livelli di sale, alcalinità, stabilizzatore e calcio. Questo è un altro caso in cui è possibile utilizzare comodamente le strisce reattive o un kit per il test di caduta. Una volta fatto ciò, consultare il manuale d'uso per imparare a regolare i livelli secondo necessità, in quanto possono differire da piscina a piscina. Tenere inoltre presente che, sebbene la maggior parte dei clorinatori visualizzi una lettura del sale, è comunque consigliabile testare i livelli di sale mensilmente per decifrare se il clorinatore deve essere ricalibrato o meno.

 

 

Regolare pulizia dei componenti

Una parte importante della manutenzione per ogni piscina è quella di mantenere puliti i suoi diversi componenti e dispositivi. Il filtro, la pompa e lo skimmer devono essere monitorati e puliti regolarmente. I detriti possono facilmente rimanere bloccati in uno di questi componenti, il che può interrompere la pulizia o la clorazione della piscina. Per mantenere tutto in ordine, è sufficiente controllare ogni due o 3 giorni e pulire se necessario.

Ispezionare la cella ogni tre mesi

Ogni tre mesi, i proprietari di piscine di acqua salata devono aprire e ispezionare visivamente la cella. Questo è noto anche come generatore di sale o clorinatore di sale. Per fortuna, questi componenti sono comunemente progettati per ricordare ai proprietari di farlo attraverso una spia lampeggiante "cella di ispezione" sulla centralina di controllo.

Iniziare rimuovendo la cuvetta e controllando che all'interno non vi siano depositi di calcare o detriti che potrebbero averla fatta passare attraverso il filtro. Se sembra pulita, allora è sufficiente reinstallare la cella e il vostro lavoro è finito! Se si vede un po 'di sporcizia, utilizzare un tubo da giardino ad alta pressione per sciacquare. Se questo non basta, utilizzare un piccolo strumento di plastica o legno per raschiare via la sporcizia e depositi. Evitare l'uso di utensili metallici che potrebbero danneggiare il rivestimento.

Infine, se nemmeno questofunziona, usare un lavaggio leggermente acido per pulire le piastre. Il rapporto acqua/acido muriatico deve essere di 4:1, aggiungendo l'acido all'acqua e immergendo poi la cuvetta nella soluzione. Dopo alcuni minuti di immersione, risciacquare il dispositivo con il tubo da giardino e reinstallarlo.

 

Ulteriori consigli

Ora che avete le basi di come prendervi cura della vostra piscina con acqua salata, ecco alcuni suggerimenti e trucchi per mantenerla in condizioni perfette.

 

Pulire il fondo

Il sale tende a depositarsi sul fondo della vasca, formando un'antiestetica macchia gialla o marrone. Per evitare che questo accada, usare la spazzola della piscina per pulire il fondo e rimuovere il sale in eccesso. Questo aiuta a ridurre il rischio di formazione di depositi e di macchie.

Curare il rivestimento

Il rivestimento della piscina potrebbe essere a rischio se si dispone di una piscina di acqua salata, ma può essere protetto in pochi semplici passi. Per evitare che la fodera diventi secca e fragile a causa della continua esposizione al sale, strofinare accuratamente ogni quattro o sei settimane o ricoprirla con una soluzione antisale.

Anche se le piscine di acqua salata hanno solo circa un decimo del sale presente nell'acqua del mare, la sua presenza fa una grande differenza. Utilizzate questa guida per mantenere la vostra piscina pulita, sana e sicura per tutta l'estate.

Read 116 times Last modified on Wednesday, 25 July 2018 13:54